Quinto risultato utile consecutivo, la terza vittoria nelle ultime quattro giornate per l’Hellas Verona. Successo che permette ai gialloblù di balzare in classifica a quota 29 punti, quarto posto, a -5 dalla capolista Palermo. Nella nebbia del Bentegodi, Fabio Grosso rilancia contro il Cittadella dal 1’ Bianchetti in difesa, Colombatto a centrocampo e Pazzini in attracco, 4-3-3 composto da Silvestri, Almici, Bianchetti, Caracciolo, Balkovec; Gustafson, Colombatto, Zaccagni; Matos, Pazzini, Lee. Parte decisamente meglio la squadra di Venturato, con Branca che al 3’ dalla distanza prova a sorprendere Silvestri, portiere gialloblù che blocca senza problemi. Nemmeno un giro di lancette ed il Cittadella colpisce la traversa con Panico: disimpegno di testa errato di Caracciolo, il pallone arriva sul vertice sinistro dell’area piccola, rovesciata spettacolare del n.17 patavino che si stampa sul legno. Ma è l’Hellas Verona a passare in vantaggio al 10’ grazie al quinto gol in campionato di Giampaolo Pazzini. Calcio d’angolo di Colombatto, spizzicata di Gustafson sul primo palo e piatto vincente del bomber gialloblù. “Fabio Grosso lascialo in panchina” cantano i tifosi gialloblù. Al 25’ ci prova direttamente su punizione Almici, con Paleari che blocca senza difficoltà. Contropiede del Cittadella un minuto dopo con Strizzolo, diagonale dell’attaccante che trova però pronto Silvestri che si distende bene sulla sua destra. Gran diagonale difensiva di Lee al 28’ che allontana la minaccia patavina, squadra di Venturato in due occasioni pericolosa con dei cross che non trovano maglie bianche in area gialloblù. Ma nel momento di sofferenza, l’Hellas Verona raddoppia grazie alla doppietta di Pazzini, autore di 6 gol in 8 presenze. Al 32’ Lee guadagna il fondo sulla destra, palla all’indietro per Colombatto, sinistro del centrocampista che viene deviato, il pallone arriva a Pazzini che in scivolata batte ancora una volta Paleari. Al 42’ Lee da oltre venti metri sfiora sfiora l’incrocio alla sinistra di Paleari, primo tempo che si chiude col doppio vantaggio a favore dei gialloblù grazie alla doppietta di Pazzini — Nessuna novità di formazione ad inizio ripresa. Cittadella che prova subito a riaprire il match con la conclusione di Schenetti che viene però ribattuta dalla difesa scaligera. Al 10’ colpo di testa di Adorni su angolo di Branca, blocca in tuffo Silvestri. Quattro minuti dopo retropassaggio da brividi di Matos ma per fortuna il Cittadella non riesce ad approfittarne. Panico ci prova al volo al 25’ su cross da destra ma il pallone termina alto. Primo cambio per i gialloblù, al 28’, con l’esordiente Kumbulla, prodotto del Settore Giovanile dell’Hellas Verona, al posto di Lee, gialloblù che passano al 5-3-2. Ottimo intervento di Silvestri sulla conclusione ravvicinata di Ghiringhelli al 32’ e quattro minuti dopo, secondo per i gialloblù, con Henderson al posto di Colombatto. L’Hellas Verona non si accontenta e cala il tris al 37’ grazie alla tripletta di Pazzini. Matos conquista calcio di rigore, dagli undici metri si presenta Pazzini che manda il pallone alla destra di Paleari. Il portiere del Cittadella intuisce ma non riesce ad evitare il gol al bomber gialloblù. Esplode il Bentegodi. Terzo ed ultimo cambio per i gialloblù, con Tupta al posto di Pazzini al 42’, capitano gialloblù che esce tra gli applausi scroscianti dei propri tifosi. C’è ancora il tempo per la prima gioia tra i professionisti per Tupta che al 45’ finalizza al meglio l’assist di Almici per battere di testa, sotto la Curva Sud, Paleari. Dopo 3’ di recupero arriva il triplice finale che sancisce la netta vittoria della squadra di Grosso, chiamata domenica a chiudere al meglio il girone d’andata in quel di Foggia.