“La finale? Questa gara è un evento storico per il Club, siamo orgogliosi di aver raggiunto questo risultato per la prima volta nella nostra storia e ora vogliamo viverla al massimo. Come la stiamo preparando? E’ una progressione giornaliera, un lavoro quotidiano per portare tutti i ragazzi allo stesso livello fisico, avendo vissuto in modo differenziato gli scorsi mesi. C’era tanto bisogno di tornare a respirare l’aria dello spogliatoio, di questo sono molto contento, e i ragazzi stanno lavorando molto bene. La Fiorentina? Detiene il trofeo ed è una squadra che a livello di rosa può avere qualcosa in più, ma le armi del Verona restano sempre le stesse: entusiasmo, spirito di gruppo e grande compattezza. Ai ragazzi sto chiedendo di non pensare al domani ma solo al quotidiano, a questa partita e non alla strada che tanti di loro potranno intraprendere subito dopo. Quello che sicuramente ci mancherà è il pubblico, sugli spalti tra viola e gialloblù sarebbe stata una bella festa, ma i nostri cuori saranno vicini perché è una partita storica che vogliamo condividere, anche a distanza, con tutta la città” ha dichiarato a Hellas Verona Channel Radio, l’allenatore della Primavera gialloblù, Nicola Corrent