Il cammino dell’Hellas Verona di Juric in Coppa Italia si interrompe a Cagliari. Alla Sardegna Arena, nel quarto turno eliminatorio, i gialloblù si presentano col 3-4-2-1 composto da Pandur; Cetin, Dawidowicz, Amione; Faraoni, Danzi, Veloso, Udogie; Bertini, Colley; Salcedo.

Tre gli esordienti dal 1’, i difensori classe 2002 Amione e Udogie, insieme all’attaccante Bertini.

All’11’ conclusione di Cerri murata in area da Danzi, risponde l’Hellas Verona con Salcedo, tiro intercettato in area da Pisacane. Al 15’ ammonito Danzi, primo cartellino giallo alla Sardegna Arena. Al 27’ conclusione da fuori area di Tramoni che si perde sul fondo alla destra di Pandur, Cagliari che alla prima vera occasione, passa in vantaggio al 30’: Sottil tiene in campo il pallone grazie ad un’ottima accelerazione, cross e destro vincente di Cerri ad anticipare Cetin. Bertini al 36’ mette in mezzo ma Colley viene anticipato. In un minuto, ammoniti Amione (40’) e Dawidowicz (41’), gialloblù che rischiano grosso col retropassaggio di Veloso dove Pandur riesce a spazzare su Cerri. Primo tempo che si chiude con la punizione di Veloso che impegna Vicario, portiere sardo che si rifugia in calcio d’angolo.

Ad inizio ripresa, Juric cambia tutta la difesa e manda in campo Di Carmine, Ceccherini e Dimarco per Cetin, Dawidowicz e Amione. Retroguardia gialloblù che rimane a tre con Faraoni, Ceccherini e Dimarco. Di Carmine ci prova al 53’ ma calcia alto, con Vicari che pochi minuti dopo si supera sul colpo di testa, in tuffo, di Udogie, su invito di Salcedo e spizzicata di Bertini, gialloblù che premono ed al 57’ impegnano ancora una volta il portiere del Cagliari con Di Carmine. Salcedo sulla destra regala ottime giocate come al 60’ quando supera il diretto avversario mandando il pallone sotto le gambe, prima di cercare qualche compagno in area sarda, ma Pisacane chiude. Al 65’ Vicario si allunga bene e manda in corner la conclusione di sinistro di Bertini, gialloblù che insistono e ci provano al 69’ col tiro da posizione defilata di Colley, attaccante che trova però pronto l’estremo difensore del Cagliari. Ben altro Verona quello sceso in campo nel secondo tempo alla Sardegna Arena. Quarto cambio per i gialloblù al 70’, con Tameze al posto di Faraoni. Il gol è nell’aria e arriva al 74’: Dimarco da sinistra arriva al cross, pallone sul secondo palo dove c’è Salcedo, sponda di testa ed appoggio in rete vincente di Colley, alla prima marcatura in gialloblù. Juric effettua il quinto ed ultimo cambio per i gialloblù, con Barak al posto di Bertini al 75’, Cagliari che con Joao Pedro non impegna Pandur al 79’. Barak trova solo l’esterno della rete alla sinistra di Vicario all’80’, mentre Udogie salva il risultato sul tiro-cross di Sottil, sei minuti dopo. Il sinistro di Veloso all’88’ scheggia la parte alta della traversa della porta del Cagliari, padroni di casa che ci provano subito dopo con Pavoletti ma Pandur blocca la conclusione dell’attaccante. Sono quattro i minuti di recupero ed al 93’ arriva la beffa per i gialloblù: il sinistro di Sottil trova una deviazione in area gialloblù che non dà scampo a Pandur. Sarà il Cagliari ad affrontare l’Atalanta negli ottavi di finale.