Grazie alla undicesima vittoria in campionato, l’Hellas Verona balza in classifica a quota 44 punti a due giornate dal termine. È l’Empoli però a portarsi in vantaggio al Bentegodi al 6′ grazie a Saponara che approfitta della dormita della difesa gialloblù per battere Rafael. La reazione della squadra di Mandorlini non tarda ad arrivare e al 10′ ci prova senza fortuna Gomez. Al 21′ Toni colpisce la traversa e tre minuti dopo arriva il pareggio: punizione di Obbadi, uno dei migliori in campo, uscita alta da rivedere di Bassi che spiana la strada a Moras che di testa sigla la sua seconda rete in campionato. Al 37′ Gomez è costretto a chiedere il cambio, al suo posto Fernandinho. Primo tempo che si chiude con l’acrobazia di Toni che trova però pronta la difesa dell’Empoli. Nella ripresa, ci prova subito la squadra di Sarri con Vecino dalla distanza al 3′ ma Rafael è attento e blocca. Un minuto dopo conclusione alta di Sala, ma al 12′ è l’Empoli ad andare vicino al gol con Zielinski. I gialloblù alzano il ritmo e al 22′ arriva il vantaggio: cross di Fernandinho, Bassi sbaglia l’uscita e ne approfitta il jolly gialloblù per siglare il suo secondo gol in questo campionato, il terzo con l’Hellas Verona. Marquez ci prova da fuori area senza trovare però lo specchio della porta al 33′, entrano anche Lazaros e Marques per Hallfredsson e Sala, l’Hellas gestisce senza troppe difficoltà ed al triplice fischio finale è il pubblico del Bentegodi a festeggiare