Davanti a 2373 spettatori, l’Hellas Verona trova il passaggio del turno in Coppa Italia contro il Pavia grazie alla rete del brasiliano Winck, all’esordio con la maglia scaligera. Destro scoccato all’altezza del dischetto del rigore che supera Facchin al 46′ del secondo tempo.

Toni e compagni mercoledì 16 dicembre saranno di scena al San Paolo contro il Napoli per gli ottavi di finale della Tim Cup.

Per l’esordio sulla panchina gialloblù, al Bentegodi contro il Pavia, incontro valido per il IV turno eliminatorio della Tim Cup, Gigi Delneri si presenta inizialmente con il 4-2-3-1, con Gollini, Pisano, Helander, Bianchetti, Badan; Ionita, Checchin; Jankovic, Tupta, Hallfredsson; Toni. Esordio per i Primavera Badan e Tupta, entrambi classe 1998.

Prima occasione per i gialloblù all’8′, sponda di Toni per la conclusione a lato di poco di Tupta, deviata in calcio d’angolo. L’attaccante slovacco si muove molto bene alle spalle di Toni, capitano dell’Hellas Verona che al 12′ cerca la conclusione ma trova solo la schiena dell’ex Biasi che si salva in calcio d’angolo. Al 20′ il Verona passa dal 4-2-3-1 al 4-3-3, con Tupta, Toni e Jankovic a formare il tridente d’attacco. Il pallino del gioco è dell’Hellas ma non basta per aprire le maglie della difesa del Pavia. Squadra di Marcolini che al 31′ impegna Gollini col tiro velenoso di Bellazzini, portiere gialloblù che chiude in angolo. Primo tiro per il Pavia al Bentegodi. Risponde l’Hellas Verona al 36′ con il calcio d’angolo di Hallfredsson ed il colpo di testa di Toni che termina sull’esterno della rete, alla sinistra di Facchin. Al 39′ primo cambio per i gialloblù: Souprayen prende il posto per problemi muscolari di Badan. Primo tempo che si chiude a reti inviolate senza emozioni al Bentegodi.

La ripresa si apre con la goffa rovesciata al 5′ di Toni, blocca senza problemi Facchin. Due minuti più tardi secondo cambio per i gialloblù, con Viviani che prende il posto di Jankovic. Hellas Verona che passa al 4-2-3-1. Al 12′ azione personale di Ghiringhelli che arriva alla conclusione, tiro da dimenticare però per il terzino destro del Pavia. Esordio in gialloblù per Winck al 31′ al posto di Checchin, uscito per crampi. Un minuto più tardi l’azione da gol più nitida della partita per l’Hellas Verona: cross da sinistra di Tupta, colpo di testa a botta sicura di Toni ma Facchin, coi piedi, compie un intervento decisivo che salva la porta del Pavia. Ma nulla può al 46′ quando Winck lo batte e regala così il passaggio del turno al Verona e la prima vittoria a Delneri sulla panchina dell’Hellas.