Importante novità introdotta dalla FIFA a seguito dell’emergenza Coronavirus. È stato infatti stabilito che, per tutto il 2020, i club potranno opporsi alle convocazioni dei giocatori per le partite delle nazionali nelle manifestazioni organizzate dalla Fifa nel caso in cui fosse previsto un periodo di quarantena o isolamento di almeno cinque giorni nella nazione del club obbligato a liberare il giocatore o in quella dove la selezione nazionale sarà impegnata. Ma non solo: i club potranno opporsi anche se è prevista una restrizione ai trasferimenti tra i due Paesi e qualora non sia garantita dalle autorità locali un’eccezione a questa restrizione. È bene sottolineare che questa norma è stata introdotta dalla Fifa per le proprie manifestazioni, come le qualificazioni a Qatar 2022. Non riguarda invece la Uefa e, di conseguenza, le partite di Nations League. Fonte: eurosport.it