“Il Verona è divertimento. Bagnoli ci diceva sempre: ragazzi, pensiamo a guardarci le spalle. E poi, divertiamoci. L’Hellas di Juric può permettersi di non guardarsi alle spalle. E da qui alla fine dare tutto per se stesso. Senza limiti e senza paure. L’Europa? Juric insegna che nulla è scontato. E che in campo non si va per fare il compitino. Il mister ha fatto entrare l’Hellas in una nuova era, ha dato il cambio di passo. Quindi, oggi il Verona è nella posizione di giocare leggero, cattivo, spietato. L’Atalanta? Loro sono un passo avanti. Gasperini e Juric hanno condiviso un percorso, hanno in testa un calcio che “non ti aspetta”. Verona e Atalanta sono puro dinamismo, intensità, attacco alla palla. E alla fine, ti fanno divertire. La perla del Verona è Zaccagni? È entrato nella fase della piena maturazione. La crescita è evidente. Il ragazzo fa la differenza. Ma Bagnoli diceva: il contorno esalta il singolo. Cosa manca ancora all’Hellas? Niente. Ha personalità, impone spesso il suo gioco. Ora si diverta a mettere ancora sotto le grandi. Juric è la garanzia. E resta il punto fermo per il futuro” ha dichiarato a L’Arena, Piero Fanna.