È l’estate del 1984. Quella in cui la Serie A italiana diventa “il campionato più bello del mondo”, come lo chiamano per la presenza di una lista di straordinari giocatori. Al Verona arriva l’attaccante danese Preben Elkjaer. È l’inizio di una storia d’amore e di passione. Per quattro anni Elkjaer è un simbolo dell’Hellas, che alla prima stagione vince un incredibile scudetto. Farà vivere al popolo gialloblù sconfinati momenti magici a quei tifosi che inizieranno ad acclamarlo come Sindaco. Lui, Preben, che aveva scelto di usare il cognome della madre, Elkjaer, perché quello paterno, Larsen, era troppo comune, entra per sempre nel mito, campione irripetibile che ha tracciato il solco di un’epoca.

Quelle stagioni leggendarie le racconta l’amico e collega Matteo Fontana, giornalista del “Corriere del Veneto” e corrispondente de “La Gazzetta dello Sport”, nel suo ultimo libro, “Elkjaer Sindaco!”, pubblicato da Eclettica Edizioni (202 pagine, 18 euro). Un viaggio che unisce la cronaca ai sentimenti e che descrive l’età dell’oro dell’Hellas, intrecciata anche a quella della grande Danimarca, con il suo gioco esaltante di cui Elkjaer era uno dei principali interpreti. Al centro di tutto c’è, però, il Verona, quel Verona, capace di conquistare il tricolore e di ottenere risultati emozionanti in Europa.

Per gli appassionati di calcio e gli innamorati dei colori gialloblù si tratta di un’imperdibile immersione in un tempo meraviglioso e unico.

“Elkjaer Sindaco” si può acquistare attraverso il sito web di Eclettica, tramite i principali rivenditori online e, a Verona, alla libreria Gulliver di via Stella 16/B, all’Edicola Palladio allo Stadio, e negli spazi dei negozi Salions in via Sansovino 6 e, a Peschiera del Garda, in via Fontana.