“Negli ultimi giorni mio figlio ha avuto un po’ di febbre ma ciò nonostante è voluto venire lo stesso allo stadio stasera, insieme a mia moglie. Dedico il gol a lui, Emanuel, ed a mia moglie Maria. Lei era convinta che avrei segnato contro il Venezia – ha dichiarato Di Gaudio – Ringrazio la squadra e lo staff per avermi permesso di inserirmi così bene nel gruppo, sto crescendo di gara in gara e posso solo migliorare. Mancano dieci gare e dobbiamo pensare solo a fare più punti possibili. Contro la squadra di Zenga è stata una vittoria importante, punti che valgono doppio nel derby. Adesso però pensiamo già alla trasferta di Perugia dove ci attende un’altra battaglia”.