“Ho sempre creduto nelle mie qualità, peccato per non essere riuscito a chiudere al meglio la mia prima da titolare in Serie A. Peccato per il rigore dove ho colpito il palo, avevo studiato come si muove Buffon ma non è andata come speravo – ha dichiarato Di Carmine – Martedì ci attende un’altra partita insidiosa, contro una nostra diretta concorrente come l’Udinese. Sarà sicuramente più difficile al Bentegodi contro i friulani che la partita di oggi in casa della Juventus”.