“Abbiamo giocato una partita attenta e siamo stati pazienti fino all’ultimo. Questo è un punto che ci dà dignità e ci permette di continuare a sperare perché nel calcio finché la matematica non ti condanna non si sa mai. Pazzini in panchina? Siamo scesi in campo con un sistema di gioco diverso. Il mio calcio non si basa sui singoli, se serve alla squadra gioca altrimenti sta fuori. Rebic? Mi sembrava ci fosse un rigore netto su di lui, come sul miracolo di Gollini mi sono arrabbiato perché il tiro di Kalinic è nato da una spinta su Bianchetti”. Queste le parole di Delneri dopo Fiorentina-Verona 1-1.