“Ci sta di perdere con l’Udinese fuori casa. Non farei drammi. I gialloblù stanno facendo un campionato positivo. Dieci punti e sono salvi. Juric? Il mister è uno con gli attributi. Un martello com’era ai miei tempi Malesani. Squadra alta, palleggio il giusto e tanto pressing. Ho visto il match di Udine. Credo che un calo dopo quello fatto a gennaio sia fisiologico. Kalinic e Lasagna? Non sono proprio gli ultimi arrivati. Ci vuole pazienza. Lasagna è appena stato acquistato. Adora andare in profondità ed è svelto. Kalinic ho visto che tiene palla ma lo ricordavo più uomo d’area di rigore. Secondo me possono coesistere. Una partita o un tempo non fanno storia. Porta male parlare di qualcos’altro. La retrocessione con 39 punti? Ci penso ancora. Per me l’Hellas deve solo inserire bene Lasagna e recuperare un po’ di serenità. Spiace che non ci sia Zaccagni, squalificato” ha dichiarato a L’Arena l’ex attaccante dell’Hellas Verona, Michele Cossato, uno dei protagonisti di Verona-Parma 4-3 del 20 febbraio 2000.