Un impegno portato avanti dall’Hellas Verona FC unitamente a UNICEF e al Comune di Verona, che ha nel proprio cuore l’intento di permettere a dei bambini provenienti da famiglie seguite dai servizi sociali del Comune di partecipare agli allenamenti e alle gare di campionato della Scuola Calcio gialloblù. Un progetto iniziato nel 2015 che proseguirà, dunque, per un altro triennio e che ha permesso a 21 bambini di poter svolgere, almeno per una stagione sportiva, attività di calcio insieme ai coetanei, seguiti dagli istruttori qualificati della Scuola Calcio gialloblù. Alla presentazione del nuovo programma, oltra all’assessore ai servizi sociali del Comune di Verona, Stefano Bertacco, al responsabile della Scuola Calcio gialloblù, Zaccaria Tommasi, e al presidente del comitato Unicef Verona, Roberto Corsi, era presente anche il direttore operativo gialloblù, Francesco Barresi che ha affermato: «Tre anni fa siamo partiti con questo progetto pilota per cercare di esportarlo in altre realtà. Con tante idee, stimoli ed impegno vogliamo proseguire anche nel prossimo triennio, ma occorre che tutti quanti mantengano i buoni propositi per regalare altre opportunità ai bambini veronesi. Ripartiamo da questi tre anni consapevoli che ci aspetta un percorso bellissimo. Vorrei ringraziare in maniera sincera e convinta tutti quelli che hanno collaborato per la realizzazione di questo progetto, consapevoli del fatto che possiamo migliorare quanto di buono già fatto». Nella foto, da sinistra a destra, Bertacco, Corsi, Barresi e Tommasi. Fonte: hellasverona.it