Per analizzare la disfatta di Napoli e focalizzare la prossima partita che vedrà l’Hellas Verona FC affrontare domani sera al Bentegodi la S.S. Lazio, Hellas LIVE ha interpellato l’ex difensore gialloblù, cresciuto nel settore giovanile della Lazio, il -barone- Orfei.

– A Napoli è stata una partita storta da tutti i punti di vista. I sei gol subiti sono tanti, ma sono cose possono capitare. Non bisogna farne un dramma. La squadra di Mandorlini sta facendo il campionato che deve fare, logico che ci si aspetta sempre di più ma quest’anno sono stati cambiati tanti giocatori di conseguenza ci vuole un po’ di tempo per trovare il giusto equilibrio. Mancano i gol di Toni? Penso sia solo questione di tempo. Una volta che si sbloccherà mi auguro che torni a ripetere le prestazioni dello scorso anno. Dobbiamo dire però che probabilmente con a fianco giocatori dalle caratteristiche di Iturbe e Marquinho si trovava meglio. La società credo comunque abbia rimpiazzato bene i giocatori che sono partiti. Obiettivo salvezza? Il Verona è un’ottima squadra, penso che non abbia problemi a salvarsi. Secondo me può arrivare da metà classifica in su. La partita con la Lazio? Affrontare i biancocelesti in questo momento non è semplice, a differenza dello scorso anno stanno giocando veramente bene. Il Verona, a sua volta, vorrà riscattarsi dalla disfatta di Napoli quindi sarà una partita sicuramente bellissima. Djordjevic l’arma in più? E’ un ottimo giocatore. Magari qui si conosceva poco, ma per gli addetti ai lavori non è nuovo a questi rendimenti. Lotito ha fatto un gran acquisto perché lo ha preso a parametro zero. Il punto debole della squadra di Pioli? La fase difensiva e di non possesso palla. Questo anche per colpa di qualche infortunio (Gentiletti, Basta n.d.r.). Poi non è semplice capire chi scenderà in campo perchè con la scusa che si gioca ogni tre giorni penso che facciano un po’ di tournover – spiega – Nonostante abbia vestito la maglia gialloblù in un campionato per gran parte disastroso (2007-08 n.d.r.) io conservo ancora ricordi stupendi. Mi sono innamorato della città e ho deciso di venire a vivere qui. Ancora oggi quando vado per strada la gente mi ferma. Porto ancora tanti ricordi nel cuore -.