L’Hellas Verona FC apprende con stupore quanto pubblicato nell’articolo “Il marketing? Fa volare, ma non il Verona…” apparso sul sito veronacolcuore.it. I bilanci, oltre che acquisiti, andrebbero analizzati conoscendo le norme utilizzate per redigerli. Il sensazionalismo è probabilmente il miglior modo per attrarre notorietà, ma usare l’Hellas Verona per questo scopo appare come una sgradevole presa in giro. Specialmente da parte di chi, pur invocando trasparenza e puntualità, non pubblica i propri bilanci sul proprio sito dal lontano 24 aprile 2014, nonostante i numerosi fondi raccolti dalle libere offerte dei tifosi. La stessa associazione che, nel proprio statuto, si pone come obiettivi la “diffusione dell’azionariato popolare, per un coinvolgimento diretto dei sostenitori e degli appassionati nella gestione del club” e la “partecipazione al capitale sociale dell’Hellas Verona”: iniziative delle quali oggi, a sette anni dalla costituzione di Verona Col Cuore, non esiste alcun tipo di evidenza. I redattori del già citato articolo hanno proceduto ad una rappresentazione apodittica dei rapporti intercorrenti tra Hellas Verona Football Club S.p.A. e Hellas Verona Marketing e Communication S.r.l., presentando ai lettori una molteplicità di valori contabili sottacendone altri altrettanto importanti e fondamentali nell’analisi dei bilanci di una qualsiasi società. Peraltro, la Società è tenuta ai sensi dell’art. 85 delle vigenti disposizioni FIGC – Noif alla redazione e presentazione del bilancio aggregato del “Gruppo calcistico”, applicando criteri e metodologie dai principi OIC (Organismo Italiano di Contabilità) e dal D.Lgs. n. 127/1991 che regolano la formazione del “bilancio consolidato”, il quale nella fattispecie include Hellas Verona Football Club S.p.A. e Hellas Verona Marketing e Communication S.r.l. in quanto legate da rapporti continuativi, significativi e rilevanti ai fini dell’iscrizione ai campionati di calcio professionistico, della partecipazione al mercato compravendita diritti – negoziazione calciatori e del fair play finanziario. La Società è tenuta alla redazione e deposito dello stesso esclusivamente presso gli organi FIGC. Si specifica, altresì, che il bilancio aggregato del “Gruppo calcistico”, così come la situazione semestrale sono, come di consueto, oggetto di controllo e verifica da parte della Società di revisione e delle autorità preposte. Non è nostra abitudine replicare a chi cerca notorietà utilizzando rappresentazioni fuorvianti e distorte della realtà, e non è nostra intenzione ripeterci in futuro. Tali articoli, ripresi senza verifica e criterio da alcuni media nonostante siano scritti con metodo impreciso e approssimativo, e contengano dati inesatti, non troveranno più spazio tra i comunicati del Club. Fonte: hellasverona.it