Presidente, partiamo da un presupposto: dopo l’annata senza precedenti, dove l’attaccamento sociale è arrivato al distacco più totale, forse riscontrabile in campionati lontanissimi, ci si aspettava da parte dell società Hellas Verona un cambio di rotta, necessario e immediato. Il primo risultato da raggiungere era ed è ancora, quello di riportare un minimo di fiducia e di entusiasmo fra le fila degli appassionati gialloblù. Presidente, si faccia un giro nei bar e nei club di città e provincia, senta l’umore della gente, del tifo scaligero. Ci spieghi perché “il dopo Fusco”, si sia risolto con un silenzio assordante. Con l’arrivo in sordina di un direttore sportivo e un allenatore. Presidente, il dopo Pecchia, ce lo aspettavamo diverso. Annotiamo scommesse che ultimamente non indovina. Ci spieghi perché le sue attenzioni non si sono catalizzate sul futuro del Verona, per farci fare il salto di qualità, ma hanno girovagato fuori dai confini. Spieghi ai Veronesi che strategia è quella di vendere calciatori di proprietà e di portare a casa prestiti da valorizzare ad altri. Presidente metta da parte prese di posizione , atteggiamenti supponenti, o altro e inizi a vivere Verona… se si vuole ripartire insieme , il primo passo lo faccia Lei. Ma con i fatti e non con le “ciàcole”! Per sempre “W il Verona calcio e Verona città”! Coordinamento Calcio Club Hellas Verona.