La decisione era data per scontata già da un paio di giorni, ma nella tarda mattinata è arrivata anche la comunicazione ufficiale, via Pec: l’Agenzia delle entrate ha bocciato per la terza volta (dopo quelle del 28 maggio e del 19 giugno) in un mese la proposta di transazione fiscale dei debiti presentata dal Cesena, per avere il requisito indispensabile all’iscrizione al campionato e cercare di sopravvivere. Si va così verso il fallimento, come richiesto dalla procura della Repubblica sabato scorso. E’ indirizzata quindi ai titoli di coda una storia durata 78 anni, di una società che ha anche partecipato a 13 campionati di A e avuto una fugace apparizione in Coppa Uefa. Domattina, intanto, ci sarà un’udienza nel Tribunale delle imprese, a Bologna, in seguito alla richiesta della Figc di commissariare la società per cattiva amministrazione degli attuali dirigenti.