“Sabato contro l’Hellas proverò una serie di emozioni a non finire. Sarà bello salutarli visto che non ho potuto farlo nella gara d’andata. A Verona ho ricevuto tanto affetto, una città ed una tifoseria che porterò sempre nel mio cuore. Anche a distanza di anni, quando torno a Verona o mi collego, raramente, sui social, ricevo attestati importanti di stima. Questo è molto bello e dimostra che sono stato apprezzato sia come uomo che per quello che ho dato in campo per la maglia gialloblù – ha dichiarato a Hellas Live, Luca Ceccarelli, grande ex di turno sabato a Chiavari – Come sta la Virtus Entella? È in difficoltà e lo dimostrano gli ultimi risultati dove a pagare è stato l’allenatore (esonerato Breda, al suo posto promosso il tecnico della Primavera, Castorina, ndr). Volevamo fare meglio dell’anno scorso e quindi accedere ai playoff, per questo c’è un po’ di rammarico anche se la cosa più importante era mantenere la categoria. Il Verona non avrà certo vita facile sabato a Chiavari – spiega Ceccarelli – Mi piange il cuore a dirlo visto che giochiamo contro l’Hellas, ma in campo noi daremo il massimo. Chiaro poi che il Verona rispetto all’Entella ha ben altre motivazioni e arriverà bello carico dopo la grande vittoria nel derby contro il Vicenza. La chiusura della Curva Sud? Spero non sia un duro colpo per la squadra, specie contro un avversario difficile come il Carpi. Non sarà facile giocare senza il muro di gente stipato in Curva, il loro tifo è fondamentale. Con chi mi sento della vecchia guardia? Juanito e Mazzola. Sono contento poi per Nicolas che ai miei tempi era il terzo portiere. A Verona mi legano splendidi ricordi e auguro il meglio a società e tifosi – racconta l’ex capitano dell’Hellas Verona – Il campionato della squadra di Pecchia? Stanno rispettando le premesse della vigilia, nonostante qualche passo falso che comunque ci sta nell’arco di una stagione, specie in serie B, una categoria difficile e ricca di insidie. È stato bravo il gruppo a comportarsi e ad uscire da un momento non certo felice. Seguo sempre l’Hellas ed i gialloblù hanno tutte le carte in regola per centrare l’obiettivo stagionale. Ceccarelli contro Pazzini? Sarà dura fermarlo sia per me che per i miei compagni di reparto. Lui è un attaccante vero! Pazzini a -1 dal record di Cacia? Sono sicuro che qualche messaggio da Daniele arriverà in questi giorni (ride, ndr), mi chiederà di fermarlo ma purtroppo per lui, il Pazzo lo supererà in queste ultime tre partite. Un saluto ai tifosi gialloblù? Lo farò con molto piacere sabato allo stadio. Ho sentito che saranno in tanti e questo non può che farmi piacere”.