“Non immaginate quanta voglia avevo di tornare al Bentegodi, riassaporare quell’atmosfera, calcare quel campo. Invece, ti pareva, niente… Con Verona c’è un legame che non si è spezzato. Verona È una piazza da cui ricevi un amore indescrivibile. Certo, dall’altro lato devi mettere in conto che, quando le cose non vanno per il meglio, ci sono i mugugni. Ma il bello di giocare in una realtà come quella è proprio questo: la passione è coinvolgente – ha dichiarato il difensore della Virtus Entella, ex gialloblù, Luca Ceccarelli al Corriere di Verona – Del “mio” Verona non c’è più molto. Noi dell’Entella arriviamo da un momento non semplice. C’è stato un calo. Contiamo di tornare appieno in carreggiata e arrivare alla pausa in zona playoff. La crisi dell’Hellas? A Verona non si devono fare drammi: tutte le squadre, presto o tardi, vivono una fase di crisi. Sono certo che l’Hellas tornerà in serie A. Senz’altro glielo auguro. Con l’Entella veniamo lì consapevoli della difficoltà di questa partita, ma anche di come il Verona, rispetto qualche tempo fa, sia più fragile. Possiamo pungere”.