“Una squadra come l’Hellas deve sempre lottare per andare in A. Lo merita la splendida gente di Verona, una piazza fantastica che porterò sempre con me. La volata promozione? Mancano otto partite al termine della stagione regolare, adesso occorre vincere quando c’è da vincere. I punti a disposizione sono ancora tanti ma è inutile adesso pensare a quanto hai lasciato per strada. La testa dei giocatori deve essere sgombra per questo importante rush finale – ha dichiarato l’ex capitano dell’Hellas Verona, Luca Ceccarelli, a Hellas Live. Foto TMW – Sono convinto che anche Brescia e Palermo, pur essendo davanti ai gialloblù, possono sbagliare qualcosa e l’Hellas deve essere pronto ad approfittarne. Il Verona può ancora andare in Serie A direttamente. Oggi il decimo anniversario dalla scomparsa di Arvedi? Lo ricordo come una persona molto appassionata, che voleva bene all’Hellas ed alla gente di Verona, particolare nei modi, ma ha sempre dato tanto ai colori gialloblù. In primis un tifoso innamorato della gloriosa squadra scaligera. La passione che c’è a Verona per l’Hellas è unica, la gente è meravigliosa e ti segue sempre, sia al Bentegodi che in trasferta. Colgo l’occasione per ringraziare tutti i tifosi che mi hanno scritto oggi per il mio compleanno, li abbraccio e gli faccio un grosso in bocca al lupo. Ho sempre seguito i gialloblù e mi auguro di festeggiare il ritorno in Serie A dell’Hellas Verona”.