“Si sono fatti avanti il Pescara con Zeman, l’Entella e ho chiacchierato anche col Verona: il suo presidente, Setti, si è fatto da solo come me, è una società perfetta – ha dichiarato Antonio Cassano a La Gazzetta dello Sport – Ho avuto proposte da Cina, Emirati, Mls ma non mi interessano. Voglio giocare in Italia. Mi stuzzicano Udinese, Bologna e Sassuolo. Anche giocare a Verona in A, sarebbe bello: tifosi fantastici, in 25 mila allo stadio… In B ci andrei per fare qualcosa di storico come portare l’Entella di Gozzi in A. Oppure in caso di B tornerei volentieri a Parma. Chi mi è stato vicino del mondo del calcio da quando sono svincolato? Palmieri, Ausilio, Fusco e Delneri, tecnico fantastico ma ancora di più come persona”.