L’avvocato del Livorno Mattia Grassani ha parlato a Ottopagine della situazione legata all’attaccante dello Spezia David Okereke e del ricorso presentato da labronici e Benevento: “La vicenda è molto complessa perché trae origine da una indagine penale condotta dalla procura della repubblica di La Spezia. Ciò che interessa a tutti è di cosa ne sarà dei risultati delle gare giocate, tale discorso va in parallelo con le varie indagini. Si sta analizzando la presenza del calciatore a un torneo giocato a Rjieka, con il nigeriano che scese in campo con il Verona anche se la semplice presenza a un torneo non è un argomento utile perché si potrebbe sempre dire che abbia giocato senza tesseramento. Servono prove più consistenti come eventuali classifiche dei cannonieri vinte, presenza di provvedimenti disciplinari come ammonizioni o espulsioni in Nigeria, ma è molto difficile trovarle. – continua Grassani – La Procura ha dato al Giudice Sportivo un ampio mandato per ricostruire i fatti. Il dossier che ne sta emergendo non dovrebbe essere consistente, a meno che non avvengano dei fatti straordinari come possibili testimonianze. I tempi per una prima istanza dovrebbero essere ristretti, ma occorre anche capire che ci saranno eventuali ricorsi e in tal senso si andrà per le lunghe in un momento in cui il campionato volge al termine”. Fonte: TMW