Il tempo per presentare reclamo al Collegio di Garanzia del Coni c’è (circa 30 giorni), ma la Roma deciderà solo nelle prossime ore se insistere o meno. La società giallorossa, infatti, vuole ponderare bene le prossime mosse dopo che la Corte Sportiva d’Appello ha respinto il ricorso presentato per il caso Diawara.

Secondo la Corte d’Appello della Figc il ricorso della Roma “è infondato” e nelle motivazioni si sottolinea come la stessa società abbia “ammesso la violazione”. La Corte ha poi evidenziato che “l’utilizzo di un calciatore non inserito nell’elenco dei 25 comporta la perdita della gara. Trattasi di un evento grave e la sanzione deve essere considerata usuale nonché espressamente prevista dall’ordinamento sportivo. Non può, peraltro, giovare alla società reclamante (la Roma, ndc) il richiamo all’istituto dell’errore né al principio di buona fede”. Fonte: La Gazzetta dello Sport