“Il mercato finalmente è chiuso e possiamo pensare solo al lavoro sul campo. Sono arrivati tanti giocatori che arricchiscono il nostro gruppo e aumentano la competizione interna, ora dobbiamo trovare l’amalgama giusta il prima possibile. Cittadella? Faccio ancora a fatica a capire cosa sia successo. Sono avvenute disattenzioni gravi oltre ogni schema, domani mi aspetto una grande reazione, iniziamo a giocarci la vita ogni sabato. Non voglio più parlare di Cittadella, non esiste scendere in campo in quel modo – ha dichiarato al sito del Carpi l’allenatore Castori – Il Verona è una delle squadre più forti del campionato a livello di organico, sappiamo che sarà una partita difficile ma non voglio sentire ragioni: dobbiamo avere un atteggiamento determinato e forte, aggredire e tornare a fare punti in casa, il fattore campo deve essere un nostro alleato, non un campo neutro. Inuovi? Cissè è un giocatore che intendo utilizzare come centravanti, ha gamba e sa attaccare la profondità. Mustacchio è un esterno veloce, che ha giocato in passato anche da attaccante. Rizzo deve ritrovare la sua identità dopo un periodo difficile ma ha grande qualità. Marcjanik invece lo devo ancora imparare a conoscere ma è un difensore centrale”.