“Credo sia arrivato il momento della responsabilità piena e ognuno deve assumersi le proprie: noi presidenti lo stiamo facendo anche contro il nostro interesse. In verità lo abbiamo fatto già con 19 società che all’unanimità hanno preso una decisione, senza una sola voce contraria e di questo vorrei che ci si rendesse conto. Sulla nostra pelle stiamo sopportando una pagina nera per il nostro calcio – le dichiarazioni del presidente del Cosenza, Eugenio Guarascio, al sito ufficiale del club calabrese – Noi presidenti investiamo soldi, risorse e tempo. Ripeto: stiamo operando contro i nostri interessi perché contrariamente a quello che viene detto (con la serie B a 19 squadre avremmo preso più soldi) diminuendo di tre unità il numero di club partecipanti, il rischio di retrocessione aumenta considerevolmente".