La Federazione martedì scorso ha denunciato al Tribunale del capoluogo siciliano il sospetto di gravi irregolarità gestionali nel club rosanero (procedura ex articolo 2409 del Codice civile). Si tratta della stessa procedura che lo scorso anno è stata seguita per il Cesena, che poi è fallito e a cui hanno revocato l’affiliazione. Un atto dovuto, su segnalazione della Covisoc e sulla base del materiale raccolto dalla Procura federale, che ha aperto un fascicolo su un possibile falso in bilancio a carico del club. Per questo, nei giorni scorsi, i procuratori federali hanno ascoltato l’ex presidente Giovanni Giammarva e hanno chiesto al Gip di Palermo l’autorizzazione a poter interrogare Zamparini (attualmente agli arresti domiciliari) – si legge su La Gazzetta dello Sport – Nonostante il pagamento entro la scadenza degli stipendi di gennaio e febbraio che hanno scongiurato la penalizzazione di due punti in classifica, la Federazione resta molto preoccupata, e la Procura federale vuole capire in che modo il club abbia accumulato il debito di circa cinquanta milioni di euro che risulta anche ai magistrati siciliani. I tempi dell’indagine federale, però, non coincidono con quelli dell’inchiesta penale a carico di Zamparini per reati dal riciclaggio al falso in bilancio.