“Credo che un periodo d’appannamento sia fisiologico in un campionato così lungo, la squadra di Pecchia ha rallentato su tutti i fronti e nell’ultima gara il Cittadella ha dimostrato di essere più agile, veloce e aggressivo. Poi a livello mentale deve essere venuta meno qualcosa perché è impensabile prendere 5 reti su palla inattiva. Non credo però che si siano sottovalutati gli avversari, ma si sia persa solo un po’ di concentrazione, ma la squadra è forte e ora dovrà dimostrare di avere la personalità, sia nei singoli sia nell’allenatore, per rimettere le cose a posto – ha dichiarato l’ex allenatore dell’Hellas Verona, Gigi Cagni, a TMW Radio – Che rivali vede per la corsa alla promozione? Non è facile individuare una rivale, il campionato è solo all’inizio e ci saranno altre sorprese. Adesso conta molto la condizione fisica e mentale, solo nel girone di ritorno il livello tecnico avrà la meglio. Poi conterà l’esperienza dei tecnici come dimostra il Frosinone di Marino”.