“A Verona ci attende una gara difficile, un campo ed una piazza che conosco benissimo. Una partita così si prepara da sola, abbiamo bisogno di punti e andremo al Bentegodi cercando di fare la nostra partita. Una gara difficile ma non impossibile. Se partiamo con la mentalità che è scontato andare a Verona e perdere, allora possiamo anche evitare di andare in trasferta che è meglio – ha dichiarato a picenotime.it l’ex attaccante dell’Hellas Verona, Daniele Cacia – I gialloblù non stanno ammazzando il campionato come mi aspettavo, ma l’Hellas Verona è lassù e resta una squadra forte per questa categoria. Che accoglienza mi aspetto? Non lo so, ho lasciato un buon ricordo e di questo ne vado fiero. Ho passato due anni bellissimi dentro e fuori dal campo e mi fa molto piacere tornarci. Se esulterò in caso di gol? Assolutamente sì. Segnare è una gioia, oggi gioco per l’Ascoli e devo avere rispetto per la mia gente”.