“Giocatore finito? Quando senti queste voci devi andare oltre, dare loro il poco tempo che meritano. Anzi, lasciar perdere. Mi ero rotto il tendine d’Achille, sei mesi fermo. Sono andato al Southampton, mi hanno fatto fare una partita in 4 mesi. Volevo tornare a tutti i costi in Italia, è il posto dove sono stato meglio. Mi ha cercato la Lazio, ho detto subito sì. Sono potuto arrivare soltanto a gennaio, quando avevo il passaporto da comunitario. La parentesi al Verona? Una fortuna per me, cinque mesi in cui mi sono trovato bene. Sono capitato al momento giusto e me ne sono andato via con un bel ricordo: dei compagni, di Pecchia, dei tifosi”. Queste le dichiarazioni dell’ex difensore dell’Hellas Verona, Martin Caceres, rilasciate a Tuttosport.