“Il mio Verona rispetto a quello di oggi è simile nella corsa, nell’aggressività, nella lotta. Pure noi sapevamo che correre più degli altri ci avrebbe permesso di strappare qualcosa in più. In cosa siamo diversi? Il modulo. Noi giocavamo a quattro dietro, Juric gioca tre. E davanti noi usavamo i tre attaccanti. Mentre questo è un 2 + 1. Diversi ma appoggiati da un’unica filosofia. credo che la cultura del lavoro, del sacrificio e della fatica siano le stesse. Poiché la qualità che fa la differenza, e le idee. E ognuno mette le sue. Il Verona di oggi è squadra a tutto campo. L’Europa? Oggi conta la salvezza ma se a dieci giornate dalla fine, il Verona fosse nella stessa posizione di classifica di adesso, potrebbe anche permettersi di sognare. Il leader del Verona? Noi avevamo Toni, mentre questo Hellas c’è l’ha fuori dal campo: Ivan Juric” ha dichiarato a L’Arena, l’ex difensore gialloblù Fabrizio Cacciatore.