“Continuo a pensare che è stata una scelta coraggiosa venire all’Hellas Verona, so quello che posso fare e dare per la squadra. Ho le caratteristiche perfette per il gioco di Juric. L’impatto è stato forte, emozionante e super positivo. Sognavo un esordio così. Il contratto di sei mesi? È stimolante sia per me che per la società. Giochiamo a calcio, divertendoci, e questo è un aspetto molto importante – ha dichiarato Fabio Borini – Perché non venivo utilizzato? Non sono io a dover dare la risposta ma la mia idea ce l’ho. Il mio ruolo? Al Milan ho giocato sette posizioni su undici. Mi piace vincere e punto a vincere tutte le partite. Perché Verona? Ho parlato anche con altre squadre, ma ho scelto l’Hellas perché qui posso sfruttare al meglio le mie caratteristiche. Se ho 90’ nelle gambe? Mi sono sempre allenato dando il massimo, se lo chiedi a me ti dico di sì perché giocherei anche con una gamba sola. Juric? È molto bravo e diretto, vive di calcio. Cosa mi ha impressionato di più dell’Hellas Verona? La disponibilità di ogni singolo giocatore, dai titolari a chi gioca meno e questo è un aspetto molto importante”.