L’attaccante Fabio Borini ha deciso di riprendere a studiare, con l’obiettivo di prendere la maturità e completare il percorso scolastico da privatista. Peccato che questo diploma da geometra Borini se lo debba sudare particolarmente, conciliando gli impegni da atleta professionista con quelli da maturando. "Ho studiato con impegno, ma non mi fanno sostenere l’esame, rischio di buttare un anno". Il 2 luglio hanno avvisato Borini che avrebbe dovuto sostenere l’esame otto giorni dopo, con l’Hellas nel pieno del doppio impegno ravvicinato con Inter e Fiorentina. Il Verona ha anche mandato una lettera all’istituto Sant’Elia di Cantù, al quale Borini è stato assegnato per la prova, spiegando che il calciatore non poteva proprio assentarsi, ma non è servito a nulla. Per questo il maturando ha chiesto di essere assegnato ad un altro istituto. Borini, che dopo il diploma sogna di laurearsi in architettura, dovrà sperare di trovare una commissione disposta ad esaminarlo dopo ferragosto e nonostante le ferie dei docenti. "Per me questo era l’anno buono, la prossima stagione non so dove giocherò, potrei essere anche all’estero, così è come se mi avessero bocciato senza fare l’esame" ha dichiarato al Corriere della Sera.