“L’obiettivo è la salvezza, va raggiunto il prima possibile. L’ambientamento a Verona è stato rapido, indolore e felice. Con la Juventus abbiamo dimostrato cuore e unione, è un gruppo umile. Abbiamo battuto i più grandi, è stato stimolante. È quasi facile mentalmente affrontare una battaglia così rispetto a quelle più piccole. L’Europa? La stampa gonfia le vele anche quando non c’è vento. Il vento qui c’è sempre stato, c’è, ma per arrivare all’obiettivo salvezza, quaranta punti. Uno alla volta, non sovrapponiamo le idee – ha dichiarato a Sky Sport, l’attaccante dell’Hellas Verona, Fabio Borini – Mi aspettavo di essere subito determinante, ero pronto. Mi allenavo da sei mesi per ogni momento, al Milan o al Verona. È sempre stata una delle mie caratteristiche quella di essere pronto. Non credevo con questo clamore però sì”.