“Non è stato assolutamente un esonero, ma mi ha dato fastidio che alcuni abbiano riportato la notizia così. Dopo la sconfitta con l’Inter ho parlato con la società e ho capito che bisognava dare una scossa. Pensandoci per un giorno, sono arrivato alla conclusione di dover dare io la scossa e così ho consegnato le dimissioni. In quel giorno di riflessione ero diviso in due parti: la prima, ovvero un ottanta per cento, mi diceva di continuare, ma il restante venti per cento era dubbioso e gli ho dato ascolto, temendo di poter trasmettere quell’incertezza sul campo alle giocatrici; sentivo quella piccola parte di me come un bagaglio negativo che poi ti porti dietro, come un peso – racconta a gianlucadimarzio.com l’ex allenatore dell’Hellas Verona Women, Emiliano Bonazzoli – La partita con l’Inter è stata decisiva, venendo da un periodo di discontinuità di risultati, prestazioni e morale. Le ragazze, comunque, si sono sempre impegnate e ancora non capisco il perché di queste due sconfitte così pesanti (per 4-1 con il Sassuolo e 3-0 con l’Inter, ndr): durante tutto il campionato non ho mai visto squadre che ci abbiano schiacciato così tanto; in ogni partita anche noi abbiamo avuto le nostre occasioni sotto porta, ma spesso non abbiamo commesso la giusta scelta, magari tirando da un lato piuttosto che dall’altro, o calciando più forte del dovuto(…): sono proprio questi piccoli errori a far perdere le partite. Detto ciò, ci tengo a sottolineare che non ho nulla contro il Verona, anzi, li ringrazio per l’opportunità che mi hanno dato e auguro loro buona fortuna”.