14.04.2012… l’abbraccio di tutta la squadra dopo la doppietta al Bari ed una vittoria in rimonta mi faceva sentire la persona più felice al mondo in quel momento. Subito dopo il fischio finale al rientro negli spogliatoi una notizia terribile, è morto Morosini dicevano tutti… Ma come morto, non scherzate dicevo incredulo, mi è crollato il mondo addosso. In meno di mezz’ora ho visto e vissuto due stati d’animo completamente opposti, dall’enorme felicità per i gol e la vittoria a piangere sotto la doccia come mai successo nella mia vita. Mario era una persona stupenda, un grande amico, un ragazzo solare pieno di vita. Quando lo chiamavo Majstore mi chiedeva cosa volesse dire, ed io gli dicevo, vuol dire Maestro, ma non solo perché sei un grande centrocampista…, ed avevo ragione, lui è stato un Maestro divino.
14.02.2012-14.02.2021
Ti voglio bene Majstore

Il messaggio e le foto pubblicati su Instagram dall’ex attaccante dell’Hellas Verona, Sasa Bjelanovic.