Il bilancio d’esercizio dell’Hellas Verona FC è pubblico e da oggi è disponibile con una spesa di lieve entità su diversi siti internet (Registro imprese ad es.), e pareggiamo in extremis il derby con il Chievo il cui bilancio è disponibile da ieri. L’esercizio chiuso al 30 giugno 2017, approvato dall’Assemblea degli Azionisti del 6 dicembre 2017, relativo alla quinta stagione di Setti alla Presidenza del Verona, vede un risultato negativo di Euro 216.684, grazie al paracadute di Euro 25 milioni. Le plusvalenze dell’esercizio ammontano complessivamente ad Euro 6.047 migliaia (Euro 4.376 migliaia relativamente a Gollini, Euro 1.250 migliaia per Helander, Euro 421 migliaia per altri giocatori) a cui vanno sommati ricavi per prestiti per Euro 1.389 migliaia (Euro 1.000 per Helander sempre al Bologna). Le minusvalenze ammontano complessivamente ad Euro 473 migliaia (principalmente riferibili a Lazaros). Il costo del personale ammonta complessivamente ad Euro 21,6 milioni di cui Euro 20,9 milioni per tesserati. Tra gli altri oneri, il contributo promozione che il Verona dovrà versare nel 2018-2019 a favore della Lega Serie B. Considerando tale onere i contributi netti ricevuti dalla Leghe ammontano a Euro 22 milioni. La gestione economica appare pertanto tutto sommato essere in equilibrio anche se fondamentale è l’apporto di paracadute e plusvalenze, che hanno permesso di mantenere in B una rosa, tutto sommato costosa per la categoria. Anche dal punto di vista patrimoniale la Società appare essere in equilibrio, certo senza avere grandi risorse da spendere per investimenti, ma quanto meno ha una situazione in ordine con il fisco (debito per circa Euro 500 migliaia a fronte di debiti tributari milionari di altre realtà calcistiche anche della zona). I debiti verso il personale ammontano a Euro 5,2 milioni ma si riferiscono alla retribuzione del mese di giugno 2017 oltre ai premi maturati che risultano essere pagati alla data di redazione del bilancio secondo le scadenze fissate dalla normativa federale. Anche la posizione verso il Comune di Verona migliora nel senso che il Verona si è fatto carico di oneri straordinari per circa 1 milione di Euro a fronte di un debito che al 30 giugno 2017 ammonta ad Euro 2,1 milioni. Non vi sono debiti verso le Banche. Vi sono debiti verso altri finanziatori per Euro 10,4 milioni, relativamente ad anticipi diritti televisivi 2017-2018 per Euro 5 milioni, anticipo campagna acquisti per Euro 2,6 milioni e anticipo seconda rata cessione Gollini per Euro 2,2 milioni. Il valore netto contabile dei cartellini dei giocatori è pari ad Euro 8,9 milioni (Euro 13,6 milioni nel 2016). I principali valori si riferiscono a Euro 2,4 milioni (Viviani, ceduto poi in estate), Euro 2,1milioni (il giovane Franchetti), Euro 1 milione per Bessa. Nell’anno non sono stati fatti versamenti dall’azionista, per cui la gestione 2016-2017 si è autofinanziata. Nella relazione sulla gestione si da informazione che nel mercato estivo dopo il 30 giugno 2017 è emersa una plusvalenza di Euro 300 migliaia circa dalla cessione di Siligardi, Si da inoltre informazione di una verifica iniziata a luglio 2017 della Guardia di Finanza di Verona su incarico della Procura della Repubblica di Modena avente ad oggetto l’attività di agenti FIFA nell’ambito dei rapporti contrattuali con gli sportivi professionali. Abbiamo dato una prima veloce lettura e ci riserviamo ulteriori approfondimenti del bilancio al 30 giugno 2017. Ne emerge tutto sommato, come ribadito in recenti interviste, come la società sia tutto sommato in equilibrio. Ora serve eventualmente cercare di essere un po’ più in equilibrio per poter fare degli investimenti che permettano un sereno e duraturo futuro. E la permanenza in A aiuterebbe sicuramente. Un’ultima considerazione rivolta all’Amministratore Unico Maurizio Setti. Per favore, mettete questi dati a disposizione del pubblico e dei media in modo trasparente. Non costa nulla e sareste tra le pochissime società a farlo. Di seguito si riporta un sunto dei risultati economici del Verona durante la gestione Setti. Fonte: Verona Col Cuore