Terza ed ultima parte dell’analisi del bilancio 2015/16 dell’Hellas Verona grazie alla preziosa collaborazione di Verona col Cuore.

Il valore contabile a fine esercizio dei giocatori di proprietà dell’Hellas Verona passa da Euro 13.115 migliaia ad Euro 14.778 migliaia.

Al 30 giugno 2016, tra i cartellini con maggior valore figurano:
– Federico Viviani (ora in prestito al Bologna), per Euro 3.200 migliaia;
– Matteo Franchetti (ora in prestito al Forlì), per Euro 2.800 migliaia. Tale giocatore è stato acquistato nella campagna trasferimenti luglio – agosto 2015, dal Genoa CFC, per un valore di Euro 3.500 migliaia;
– Pawel Wszolek (ora in prestito al QPR), per Euro 2.000 migliaia;
– Matteo Bianchetti, per Euro 1.200 migliaia;
– Romulo, per Euro 1.167 migliaia.
Tra l’attivo immobilizzato troviamo inoltre tra le maggiori voci il valore dell’”archivio RAI” per Euro 3.870 migliaia e la partecipazione di Euro 5.080 migliaia nella controllata Hellas Verona Marketing & Communication S.r.l.. Verso la controllata risultano inoltre crediti per Euro 12.152 migliaia (Euro 16.750 migliaia nel 2014-2015. La riduzione è dovuta principalmente al fatto che l’Hellas Verona S.p.A. ha rinunciato a Euro 5.000 migliaia del proprio credito per destinarlo a sovraprezzo. Tali crediti saranno oggetto di conversione in finanziamento infruttifero Soci, ad eccezione della parte di originari Euro 1.000 migliaia, per la quale è stata determinato un piano di rientro triennale.
Tra i crediti, si rilevano anche crediti verso Lega, altre società, per Euro 20.936 migliaia a fronte di debiti per Euro 15.358 migliaia.

Dalla lettura del bilancio non si rilevano debiti scaduti verso l’erario per arretrati di imposte o per arretrati nei versamenti delle ritenute fiscali su compensi al personale. Gli Amministratori informano che tra gli altri debiti vi sono pendenze verso il personale pari al 30 giugno 2016 ad Euro Si evidenziano al 30 giugno debiti verso il personale per Euro 3.840 migliaia (Euro 7.953 migliaia nel 2014-2015), puntualmente pagati alle scadenze. I debiti verso il Comune di Verona ammontano ad Euro 1.783 migliaia (Euro 1.342 migliaia al 30 giugno 2015).
E’ inoltre importante l’analisi della voce “Ratei e risconti passivi” normalmente voce residuale e che invece ammonta 11.415 migliaia. Tale voce infatti include la prima tranche del “paracadute retrocesse” di Euro 10.000 migliaia che la Lega ha anticipato nel mese di maggio 2016. I ricavi derivanti dal paracadute saranno economicamente di competenza dell’esercizio 2016-2017 e ammonteranno complessivamente a Euro 25.000.
Al 30 giugno 2016, figurano debiti verso imprese correlate per un valore complessivo di Euro 4.001 migliaia (verso Seven 23 S.r.l.) per cessione del credito IRES e per il debito da IVA di Gruppo. Si segnalano anche debiti verso HVMC S.r.l. per un valore di Euro 336 migliaia (saldo netto tra posizioni a credito e posizioni a debito).

Il Patrimonio Netto
Nel bilancio 2015-2016 si dà innanzitutto atto che nel mese di giugno 2016 HV7 S.p.A. ha ceduto alla Capogruppo Falco Investments le azioni rappresentanti l’intero capitale sociale della Società, semplificando quindi la catena di controllo.
Il Patrimonio netto ammonta al 30 giugno 2016 ad Euro 11.465 migliaia, dopo aver operato versamenti in c/capitale (in parte mediante rinuncia da parte del socio a finanziamenti) per un valore complessivo di Euro 7.500 migliaia.

La posizione finanziaria netta
Quanto alla posizione finanziaria netta si registra un sensibile miglioramento passando da un saldo negativo di Euro 22.005 migliaia ad un saldo negativo di Euro 12.198 migliaia. Il miglioramento è sicuramente attribuibile all’anticipazione finanziaria avvenuta a maggio 2016 della prima quota del paracadute retrocesse, che ha permesso di disporre di risorse di tesoreria sufficiente agli impegni senza dover ricorrere ad altre forme di finanziamento.
Continuità aziendale
Come evidenziato nella relazione sulla gestione, “l’erogazione del paracadute consente la partecipazione al campionato di calcio professionistico di Serie B” con criteri e metodologie di continuità con la stagione precedente, salvaguardando le priorità al fine di raggiungere un equilibrio economico – finanziario. Le operazioni di mercato concluse nel periodo giugno – agosto 2016 hanno determinato cessioni per complessivi Euro 11.671 migliaia ed acquisizioni per complessivi Euro 3.853 migliaia.

hellaslive.it/news/il-bilancio-dellhellas-verona-fc-20151…

hellaslive.it/news/il-bilancio-dellhellas-verona-fc-20151…