“Non so del rapporto fra Cassano e Donadoni, ma so che hanno parlato spesso negli ultimi mesi, per la filosofia del Bologna comunque è un giocatore fuori obiettivo, nonostante sia un grande calciatore. Penso che Verona sia un ambiente giusto un po’ per tutti, è difficile trovarsi male in una piazza così calda e importante, se Antonio sta bene può fare grandi cose in gialloblù – ha dichiarato l’ex direttore sportivo dell’Hellas Verona, Riccardo Bigon, a Sky Sport – Cerci? Nel nostro scacchiere tattico abbiamo già Verdi con quelle stesse caratteristiche e puntiamo molto su di lui e sulla sua crescita. Per questo abbiamo cercato un giocatore che potesse avere un tipo di gioco diverso e potesse giocare anche da trequartista e siamo andati avanti su Falletti. Poi la nostra filosofia, come detto prima, è quella di puntare sulla crescita dei giovani. Davanti con Verdi, Krejci, Di Francesco, Falletti, Petkovic, Destro e Avenatti siamo abbastanza coperti”.