“Veniamo da un anno difficile che ci ha riservato un dispiacere forte ma pensare a quella promozione (18 maggio 2013, ndr) mi dà ancora i brividi. Non potrò mai dimenticare le immagini di quel giorno in Piazza Bra, sono state emozioni incredibili. Sappiamo che sarà dura ma vogliamo provare a regalarle ancora ai nostri tifosi – ha dichiarato Matteo Bianchetti a L’Arena – Le prime sensazioni della nuova stagione? Sono molto positive, ancora di più di quanto immaginavo. Mi ha colpito soprattutto l’intensità nel modo di lavorare, la serenità e voglia di formare subito un gruppo forte e affiatato. C’è tanta voglia di riscatto, siamo noi che siamo retrocessi e vogliamo riportare il Verona dove merita. Lo dobbiamo anche alla società e ai tifosi – continua Bianchetti – Personalmente sono cambiato tantissimo, sento di avere più responsabilità, sono qui da tre anni, ne ho 23 e penso che il prossimo campionato sia fondamentale anche per me. Mai pensato di andare via da Verona? Neanche per un secondo. Non ho mai avuto dubbi. Verona è una grandissima piazza, ormai mi sento veronese, sto con una ragazza di qui, ho comprato casa e sono legatissimo a questa città”.