“Il Trapani non merita assolutamente l’ultimo posto in classifica che attualmente occupa, è tra le migliori squadre di tutto il campionato per possesso palla e passaggi utili, quindi senza la giusta attenzione si rischia di ballare. Mister Pecchia, giustamente, insiste molto su questo aspetto, perché limitandosi a guardare la classifica si potrebbe pensare che sia facile, ma sarà una delle più ostiche, nasconde molte insidie. Io capitano? Bellissimo mettersi la fascia soprattutto al Bentegodi, che dà una carica incredibile, ormai mi sento veronese adottivo – ha dichiarato Bianchetti a RadioVerona – Pecchia mi ha dato tanta fiducia, mi fa piacere e so che questo comporta delle responsabilità. Sono contentissimo di dove sono e so che a 23 anni ho ancora margini. La difesa? All’inizio sembrava fossimo il punto debole, ma sia segnare che non prendere gol è merito di tutta la squadra. Cherubin e Caracciolo soano arrivati a mercato inoltrato e stiamo lavorando duro, nelle ultime cinque gare abbiamo preso solo due gol. E ne prenderemo sempre meno impegnandoci a fondo e crescendo di partita in partita. Pecchia chiede tanto, ci ha detto che dobbiamo essere mentalmente aperti, disorienta l’avversario non avere punti di riferimento. Serie B? Ci sono tante squadre compatte che conoscono la categoria come Carpi, Frosinone ed Entella. Anche il Perugia ha un bellissimo gioco, e ci sono anche Bari e Cesena da tenere d’occhio perché hanno individualità. In B ogni partita è complicata. Noi dobbiamo metterci la stessa grinta degli altri, così possiamo far vedere chi è più forte e chi fa girare meglio la palla”.

Fonte: hellasverona.it