Balotelli-Brescia, è solo questione di ore. L’attaccante è pronto a riabbracciare la città in cui è nato e cresciuto: salvo clamorosi imprevisti – anche il Flamengo si è ora ritirato dalla trattativa, sintomo che tutto sembra ormai definito – l’attaccante tornerà in Serie A. Per il primo abbraccio allo stadio Rigamonti, però, non basterà attendere soltanto l’ufficialità del suo acquisto, che dovrebbe arrivare entro domenica. Ma ci vorranno anche quattro giornate di campionato. Balotelli, infatti, sarà costretto a rimandare il suo esordio fino al 25 settembre, data della 5ª di A che il Brescia giocherà in casa contro la Juventus. Questo in virtù dell’espulsione diretta ottenuta nell’ultima di Ligue 1 dello scorso maggio: a causa di un brutto fallo su Congré durante Marsiglia-Montpellier, Balotelli è stato squalificato dal Giudice Sportivo francese per quattro gare, che dovrà come da regolamento scontare nel campionato in cui giocherà in questa stagione – si legge su sport.sky.it – I dettagli dell’affare Per l’annuncio ufficiale di Balotelli al Brescia, dunque, sembra ormai solo una questione di poche ore. Il giocatore ha detto sì al club di Cellino e il Flamengo, l’altra grande pretendente, si è tirato indietro ufficialmente. Accordo sull’ingaggio trovato: nella prima parte di stagione, il centravanti guadagnerà 3 milioni di euro lordi fissi, più altrettanti in caso di salvezza. Gli altri due anni opzionali di contratto saranno a 6 milioni lordi a stagione. Con l’entrata in vigore del decreto crescita, quindi, Supermario guadagnerebbe circa 4.5 milioni netti all’anno, questo se il Brescia riuscirà a restare in Serie A.