“Non ho mai sentito parlare di questa malattia in vita mia, stavo tremando dopo la spiegazione dei medici. Adesso va un po’ meglio, mi sto sottoponendo alle cure del caso. Sto per tornare al lavoro in palestra e per quello che è successo non mi resta che ringraziare Dio perché sarebbe potuta andare peggio – racconta il centrocampista dell’Hellas Verona, Emmanuel Badu – La mia famiglia era triste ed in preda al panico quando si è diffusa la notizia che ero stato portato di corsa in ospedale. Il tempismo è tutto. È stato un po’ strano perché ero appena tornato dalle vacanze estive in Ghana e alle visite mediche non hanno riscontrato nulla di anomalo. I miei familiari hanno pregato per me e non hanno smesso fino a quando non hanno sentito dalla mia bocca che ero fuori dal reparto intensivo e questo li ha un po’ rasserenati – spiega Badu – La diagnosi mi ha reso psicologicamente molto forte. Dicono che non sai mai quanto sei forte finché non si passa attraverso qualcosa che non ti uccide. Mentalmente sono sempre stato forte, ma questo mi ha reso ancora di più. Sono solo felice che sia quasi finita e che presto sarò in grado di tornare in palestra. Spero di unirmi al gruppo tra poche settimane” ha dichiarato Badu a BBC Sport.