Verona-Palermo ha rappresentato con assoluta certezza un momento fondamentale che resterà indelebile nella storia del rapporto fra il Verona e la sua gente: un Bentegodi deserto, silenzioso e privo di colori è stato l’evidente materializzazione tanto della distanza dei Veronesi da Setti, dai suoi vergognosi atteggiamenti e dalle sue folli esternazioni, quanto testimonianza dell’unione di tutta Verona dietro un unico fronte. Avevamo definito la scelta di abbandonare i nostri settori come un ”gesto fortemente simbolico, unico nel suo genere e ricco di contenuti”. Anche soltanto per una partita, un’azione così straordinaria è riuscita a trasmettere la forza e la fermezza di una tifoseria intera, posta davanti ad una situazione sempre più grave e compromessa. A commento di quello che sta accadendo, la sola dichiarazione, a dir poco incommentabile, che il “buon emiliano” è riuscito a regalarci è stata “Io li lascio fare”. È evidente come il soggetto non perda occasione per manifestare il suo disinteresse verso la piazza ed è altrettanto evidenziabile come la sua risposta rappresenti una costante sfida verso una città nella quale risulta palesemente inadeguato. “Io li lascio fare” non è solamente l’ennesimo atto di presunzione e ignoranza, ma sottolinea come la presidenza consideri un insieme di stolti la nostra tifoseria nella sua totalità. ”Io li lascio fare” è un’affermazione gravissima che offende le migliaia di tifosi del Verona che due settimane fa hanno dato un segnale serio e chiarissimo. FARE QUADRATO è l’essenza, il punto cardine di una contestazione che non finirà certo oggi. FARE QUADRATO è la linea tracciata per impedire che venga inquinato ulteriormente un ambiente abituato da sempre ad uscire più forte dai momenti più bui. D’altra parte, non dobbiamo e non vogliamo dimenticare le nostre responsabilità e il ruolo che ci compete: siamo tifosi del Verona e scordarlo significherebbe diventare complici della malizia e della perfidia di chi ci vorrebbe meno coinvolti possibile. AVRNTI… PER NOI, AVANTI PER IL VERONA! Questo il comunicato della Curva prima di Hellas Verona-Pescara.