Con 1 punto nelle ultime tre giornate si è aperta la crisi in casa Atletico Verona. Se contro Thiene (1 punto) e contro Audace (sconfitta per 5-2) si è visto il gioco e la voglia di giocare e vincere dei ragazzi gialloneri, contro il Valli venerdì scorso, la squadra ha fatto non uno ma ben due passi indietro. Non cerca nessun alibi mister Mazzoni, ma c’è la consapevolezza che si è giocato sotto gli standard normali e senza la giusta determinazione, risultati che stentano così ad venire. “In questo momento siamo in chiara difficoltà numerica di giocatori (molti infortunati, ndr) ma non deve essere un alibi per noi. Se non mettiamo in campo la cattiveria agonistica e la determinazione di una squadra che si vuole salvare, probabilmente soffriremo fino alla fine. Se invece affrontiamo tutte le partite che ci mancano con la giusta mentalità, usciremo sicuramente da questa situazione e conoscendo bene i miei ragazzi, sono sicuro che le ultime 4 partite, che sono tutti scontri diretti , faremo vedere a tutti che non siamo morti. Prima però ci dobbiamo concentrare sulla prossima partita contro il Cus Verona di venerdì prossimo”. Questo il messaggio di mister Mazzoni per cercare di spronare i suoi ragazzi, invitandoli a tirare fuori l’orgoglio.