Immagini che si commentano da sole. La rabbia e lo sconforto dei tifosi dell’Hellas Verona nella partita più importante della stagione, contro la diretta concorrente Crotone. Calabresi che passeggiano al Bentegodi davanti a Romulo e compagni, gialloblù mai pericolosi e capaci di impensierire la squadra di Zenga. Lo sfogo civile dei tifosi dell’Hellas Verona, sfociato con la contestazione prima all’interno e poi all’esterno dello stadio Bentegodi, dalla mezz’ora del secondo tempo, rispecchia una situazione sfuggita completamente di mano alla società. Il presidente Maurizio Setti deve ora decidere il futuro del direttore sportivo Filippo Fusco e dell’allenatore Fabio Pecchia. La partita contro il Crotone, come annunciato alla vigilia, era fondamentale per salvezza e mercato. Se l’obiettivo Serie A resta sempre più difficile da confermare, a dieci giorni dalla chiusura del calciomercato, tutto è ora lecito aspettarsi.