Un nuovo terremoto scuote Parma e il Parma. Il presidente Giampietro Manenti è stato arrestato dagli uomini della Guardia di finanza nell’ambito dell’operazione, coordinata dalla Procura di Roma. L’accusa nei confronti del patron del Parma è di reimpiego di capitali illeciti.

L’operazione del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma ha portato all’arresto di 22 persone. Tra i reati contestati agli arrestati ci sono peculato e autoriciclaggio con l’aggravante del metodo mafioso. Da questa mattina sono in corso una sessantina di perquisizioni in varie città italiane.