Secondo il protocollo della Figc, ogni giocatore di Serie A dovrà essere sottoposto a due tamponi (test molecolari) prima della ripresa, a distanza di pochi giorni l’uno dall’altro. Nelle prime due settimane di ripresa degli allenamenti i giocatori dovranno osservare la distanza di due metri gli uni dagli altri, sia negli spazi comuni in ritiro sia in campo.

In Serie A sono 15 i calciatori che hanno riscontrato il coronavirus: Dybala, Matuidi, Rugani, Gabbiadini, La Gumina, De Paoli, Thorsby, Bereszynski, Ekdal, Vlahovic, Cutrone, Pezzella, D. Maldini, Zaccagni, Sportiello (ancora positivo, ndr).