”I giocatori non vedono l’ora di tornare in campo. La prudenza viene prima di ogni cosa perché a questo punto servono delle vere e proprie certezze dal punto di vista medico e sanitario. I calciatori hanno bisogno di giorni per poter ritrovare la condizione e i tempi non coincidono con quelli della scienza. Speriamo di poter accelerare nelle prossime settimane, abbiamo chiesto un organo di controllo che sia in grado di fornire a tutti le stesse garanzie di sicurezza. Almeno quattro settimane di allenamento – e qualcuno dice anche sei – servirebbero per evitare infortuni. Se vogliamo ripartire, quattro settimane per gli allenamenti non devono essere un problema, piuttosto devono rappresentare un punto di forza necessario per tornare in forma, evitando gi infortuni" ha dichiarato a Rai 2 il presidente dell’AIC, Damiano Tommasi.