Il sottoscritto Alan Ceruti, titolare del bar “Caffè Oro Bianco”, difeso e rappresentato dall’Avv. Andrea Bacciga, dichiara quanto segue: Dopo il gravissimo episodio di domenica 5 novembre 2017, in cui è avvenuto un assalto armato al mio bar, il caffè Oro Bianco in Corso Cavour, nel pieno centro di Verona, organizzato in modo “paramilitare“ da una quarantina di delinquenti napoletani, mi è aggiunta un’offerta monetaria da parte di alcuni tifosi del Napoli. Ma non voglio alcunché da parte degli ultrà napoletani estranei al fatto criminoso. Prima di tutto perché è giusto che paghino, anche economicamente, le persone presenti e responsabili del vile gesto, e poi, non mi sento di accettar del denaro da “terzi“ a me sconosciuti. Ma soprattutto perché oltre al danno materiale esistente, pesa di più quello morale, verso di me e soprattutto verso i clienti, e verso quei bambini indifesi ed impauriti, che piangevano. Evidenzia, inoltre, che, fin da subito, ho ricevuto la solidarietà umana di tanti cittadini Veronesi. Cordiali saluti, Alan Ceruti.