Sono stati tutti assolti, dal giudice monocratico Alessia Silvi di Verona, i 31 tifosi del Napoli ritenuti responsabili di avere assaltato il bar "Oro Bianco" il 6 novembre del 2017, prima della gara di serie A Chievo-Napoli. Gli imputati, per la maggior parte difesi dall’avvocato Emilio Coppola, rispondevano, tra l’altro, di danneggiamento e di violenza privata dall’uso delle armi.

L’istruttoria si è basata sui tabulati e sulle localizzazioni dei cellulari oltre che dai video forniti da taxisti e bar. Gli inquirenti, che hanno chiesto pene fino a tre anni di reclusione per i recidivi, ritenevano che il bar, di proprietà di Alan Ceruti, fosse stato oggetto di un assalto organizzato dal gruppo ultrà NISS ("Niente Incontri Solo Scontri).

Sono una ventina gli imputati difesi da Coppola, i restanti invece sono stati rappresentati dagli avvocati Giuseppe Milazzo, Alfonso Tatarano e Davide Fico. Il caso finì anche in Parlamento con una interrogazione rivolta al Ministro degli Interni dell’epoca Marco Minniti. Fonte: ANSA.